Assicurazioni auto: scendono i premi

by permalink

Auto e moto

Da indagini condotte dall’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, coadiuvata dalla Motorizzazione Civile, ne è emerso che negli ultimi 10 anni, i premi delle assicurazioni per automobili, hanno subito un forte ribasso: a beneficiarne sono stati soprattutto gli automobilisti di sesso maschile, di età inferiore ai 30 anni, i cui premi sono del 38%.

Questo fenomeno è dovuto soprattutto alla concorrenza tra gli assicuratori e le numerose offerte che si trovano on line.

È stato calcolato infatti che dal 2008 un’assicurazione con casco totale, inerente a un veicolo di media cilindrata, ha subito un ribasso del 18%, con la conseguenza che i guidatori di età inferiore ai 25 anni hanno visto i loro premi abbassati di circa il 22% del costo, mentre a partire dai 30 anni il ribasso si è attestato sulla soglia del 19%.

Chi paga di più

Da questa analisi è però emerso che sono soprattutto i giovani a pagare di più, dal momento che subiscono il maggior numero di incidenti stradali.

Tuttavia, rispetto al 2013, anno in cui pagavano una polizza maggiorata dell’80% ,ad oggi si è giunti ad un 66%.

Tutto ciò ha fatto sì che in Italia vi siano sempre meno vetture non assicurate o sprovviste di tagliandi: nel 2017 su un campione di 100 automobili solo 6 ne erano sprovviste.

Tuttavia, se questo dato da un lato è incoraggiante, dall’altro bisogna tener conto anche delle differenze regionali.

Volendo suddividere l’Italia in tre differenti aree, mentre il Nord si attesta sotto la media nazionale, il Centro rimane nei limiti, invece al Sud, 1 veicolo su 10 non possiede assicurazione.

A preoccupare in particolare sono Calabria, Campania e Lazio: in particolare a Roma le auto che non hanno un’assicurazione sono il doppio rispetto alla media nazionale, mentre a Reggio di Calabria 1 auto su 7 non ha assicurazione.

Vi sono però regioni del Sud che rappresentano un’eccezione alla regola come Sardegna, Basilicata e Molise anche se i numeri negativi delle grandi regioni portano la media al di sopra di quella nazionale.

Altro dato positivo sottolineato dall’Ivass (Autorità di vigilanza del settore assicurativo) riguarda la diminuzione dei premi delle polizze: si attesta in fatto un calo rispetto al 2017 di circa il 2,5%, anche se la riduzione degli ultimi cinque anni supera il 27%, complice una presa di posizione nei confronti di frodi e sinistri.

Non a caso sempre più persone hanno timore quando acquistano un’auto usata di incappare in qualche truffa, ecco perché ci si dovrebbe avvalere di strumenti che aiutino ad evitare questi inconvenienti come Certificauto; si tratta di un certificato che serve a determinare lo stato dell’auto usata evitando così rischi meccanici ed amministrativi.

Per continuare ad avere una diminuzione dei premi assicurativi è importante non solo continuare nella lotta alle frodi che ad oggi è diventata più difficile per via dell’introduzione delle scatole nere, ma anche di premiare quei comportamenti onesti di automobilista corretto.