Cosa c’è da sapere sulle carpe?

by permalink

Formazione

La carpa appartiene alla famiglia dei Cyprinidae ed è un pesce che vive nelle acque dolci. È originario dell’Europa ma nel corso degli anni si è diffuso equamente in tutto il mondo, ad esclusione delle aree geografiche più fredde. Predilige le acque dolci non troppo mosse e ricche di vegetazione ma, grazie alla sua capacità di sopravvivere anche in quelle stagnanti non molto ossigenate, può popolare anche corsi d’acqua poco ospitali per altre specie di pesci. Non migra e tende a vivere sempre nelle zone attigue a quelle di nascita.

Gli esemplari più giovani vivono in gruppo ma da adulte le carpe divengono animali solitari. Trascorrono gran parte della vita a cercare cibo sui fondali di giorno mentre la notte dormono adagiandosi sul fondo dei fiumi oppure dei laghi. Ha un carattere schivo e timoroso: non appena avverte qualche rumore scappa. Ama il sole e nelle giornate più limpide sale fino in superficie per lasciarsi riscaldare dai raggi che lambiscono le acque.

Le sue dimensioni sono molto variabili. Un esemplare medio ha una lunghezza solitamente compresa fra i 30 e i 60 centimetri per un peso di quattro o cinque chili. Tuttavia se il pesce trova condizioni ambientali particolarmente favorevoli al suo sviluppo può raggiungere tranquillamente anche i venti chili di peso. La carpa non ha la dentatura ma bensì due placche ossee ubicate all’interno della gola che sminuzzano il cibo prima di arrivare allo stomaco. Come accennato prima, questa specie acquatica cerca il cibo sul fondale e per far ciò si serve di due paia di filamenti che ha ai lati della bocca che riescono a individuare tutto ciò che è commestibile. Fra le particolarità della specie c’è la vescica natatoria molto voluminosa. Le scaglie hanno colorazioni differenti e possono essere più o meno diffuse su tutto il corpo.