denti fissi subito

implantologia dentale a carico immediato controindicazioni

by permalink

Varie

Vantaggi e rischi dell’implantologia dentale a carico immediato

Per tornare a sorridere in una sola, rapida seduta, è possibile ricorrere alla tecnica più avanzata e moderna di implantologia dentale, quella a carico immediato, che prevede l’inserimento delle protesi in un unico intervento senza lunghe fasi di attesa. Questa scelta è la più conveniente dal punto di vista di tempi e stress per il paziente, ma è comunque un intervento importante che richiede di essere ponderato adeguatamente con il supporto di un odontoiatra professionista che dia i giusti consigli e valuti accuratamente le condizioni personali del paziente per verificarne l’idoneità al trattamento. Analizziamo tutte le caratteristiche dell’intervento, i suoi vantaggi e benefici, ma anche le possibili controindicazioni, per fare una scelta consapevole e non correre rischi.

In cosa consiste l’implantologia a carico immediato

Con implantologia a carico immediato ci si riferisce all’installazione di radici artificiali nell’osso della mascella o della mandibola, sotto forma di viti, per sostituire denti perduti o estratti in seguito a patologie o traumi, e l’aggancio su queste viti di pilastri e protesi coronali dei denti mancanti subito dopo, in una sola fase di poche ore senza attese. È il metodo più naturale e stabile per sostituire i denti e tornare ad avere un sorriso esteticamente bello e un morso funzionalmente sicuro.

Benefici dell’implantologia a carico immediato

I vantaggi dal punto di vista di comfort e tempi sono notevoli, non si proverà dolore, e si potrà subito tornare a sorridere, parlare e mangiare a pochissima distanza dall’intervento senza fastidi. Gli impianti dentali non richiedono la devitalizzazione di denti sani adiacenti al luogo di inserimento della protesi, ed evitano che le ossa mascellari e mandibolari si riassorbano e deformino. Comunque, questo intervento come qualsiasi altra operazione non è priva di rischi.

Controindicazioni dell’implantologia a carico immediato

Innanzitutto, questo tipo di intervento non può essere eseguito su tutti i pazienti. Perché il paziente sia idoneo, deve avere una buona qualità e quantità di osso, e gengive mediamente sane. Inoltre l’intervento non può essere effettuato su pazienti immunodepressi, affetti da cirrosi epatiche, insufficienze renali, diabete grave, malattie autoimmuni, disturbi cardiovascolari, problemi di coagulazione e alle mucose orali.

Le conseguenze più comuni in pazienti sani sono sanguinamento, gonfiore, gengive ritirate e formicolanti per alcune settimane dopo l’intervento. Nei casi peggiori possono verificarsi infezioni, ma con un’adeguata preparazione, terapia antibiotica e igiene orale questa evenienza è piuttosto ridotta. Nel caso in cui il paziente sia un grande fumatore o faccia uso di farmaci per osteoporosi e chemioterapia, può verificarsi la mancata integrazione degli impianti nell’osso. In condizioni normali, il trattamento riscuote comunque ottimo successo nella quasi totalità dei pazienti.